Ricerca eredi del debitore? Scopri come fare



La ricerca eredi del debitore, ancora sconosciuti al creditore, è una delle fasi più delicate nell’azione di recupero crediti quando, anche in conseguenza delle lungaggini burocratiche insite nella normativa italiana, il debitore viene a mancare.

In seguito alla morte del debitore, al creditore del de cuius, per recuperare il credito vantato, è consigliabile effettuare una ricerca eredi. Spesso però il percorso per arrivare anche solo all’identificazione degli eventuali eredi risulta essere lungo e tortuoso.

Sovente, infatti, i chiamati all’eredità, gli eredi, in particolare se di una persona debitrice, non sono neppure facilmente identificabili, figuriamoci se rintracciabili.

In cosa consiste la ricerca eredi? Come la si effettua?

In Italia, in assenza di testamento, non è prevista una vera e propria norma che investa una figura professionale pubblica del complesso incarico di identificare e rintracciare gli eredi di un debitore.

Le maggiori difficoltà, nel rintracciare gli eredi del debitore, si incontrano soprattutto quando, alla data del decesso, il de cuius abitava da solo e magari da diversi anni.

Per iniziare una ricerca eredi, è necessario innanzitutto individuare il luogo di residenza del debitore alla data del decesso.

E’ così possibile inoltrare richiesta di certificato di stato di famiglia storico, originario, presso l’ultimo Comune di residenza del debitore. Sulla base delle risultanze, dell’età delle persone eventualmente individuate, in relazione anche all’età del de cuius e al grado di parentela, se noto, tra i vari componenti del nucleo familiare, si valuterà se e dove richiedere eventuali altri stati di famiglia originali, sino a ricostruire l’intero albero genealogico per successione.

Per prendere contatto con i chiamati all’eredità, dopo averli identificati, è necessario rintracciarli anagraficamente e possibilmente trovare i loro numeri di telefono.

Talvolta è necessario verificare altresì la di loro accettazione o rinuncia eredità.

Si tenga infatti conto che, i successibili non sono necessariamente eredi, ma unicamente “chiamati all’eredità”. Per essere eredi a tutti gli effetti è infatti necessaria una formale accettazione dell’eredità.

Accettazione o rinuncia all’eredità?

Si tenga sempre conto che, ai sensi dell’art. 480 del Codice Civile, il diritto di accettare l’eredità si prescrive in dieci anni, dalla data di apertura della successione. 

L’eredità può essere costituita sia da beni immobili che da beni mobili, come conti correnti, quote societarie etc, ma anche da passività, come i debiti verso terzi, verso l’erario, verso le banche e da ipoteche.

Nel caso in cui le passività del defunto sovrastino l’attivo ereditario, gli eredi per sanare i debiti del defunto, con l’accettazione dell’eredità, dovranno attingere al loro patrimonio personale. Ai chiamati all’eredità è però consentito rinunciare all’eredità o accettarla con beneficio di inventario. In quest’ultimo caso, il patrimonio del defunto resterà distinto dal quello personale dell’erede che, pertanto, risponderà dei debiti del de cuius solo nei limiti dell’attivo ereditario della propria quota.

Se la ricerca eredi ha esito negativo

Se nonostante la ricerca eredi sia stata eseguita correttamente, l’esito è negativo, il creditore potrà ricorrere al Tribunale competente per la nomina di un curatore dell’eredità giacente.

Il Tribunale dovrà essere quello di competenza dell’ultimo domicilio o indirizzo di residenza del debitore deceduto.

Una volta nominato, il curatore oltre ad occuparsi della custodia e dell’amministrazione dei beni oggetto di eredità, dovrà altresì occuparsi della ricerca eredi, anche per mezzo di indagini presso l’Agenzia delle Entrare, presso gli Archivi Anagrafici e presso il Catasto.

La soluzione di Servizisicuri.com

Servizisicuri.com, in possesso di regolare Licenza di Pubblica Sicurezza, pertanto autorizzata dalla Prefettura, è agenzia investigativa, operativa sull’intero territorio, in grado di affiancare il titolare di un diritto giuridicamente rilevante che ha necessità di effettuare una ricerca eredi, indipendentemente dalla data e dal luogo del decesso.

Con il servizio di RICERCA EREDI, disponibile sull’intero territorio nazionale, Servizisicuri.com consente al creditore di far valere il proprio diritto di credito in capo agli eredi legittimi o agli eredi testamentari del debitore.

Servizisicuri.com è in grado di assistere il creditore nella ricerca eredi, individuandoli anagraficamente, rintracciandoli e, se necessario, indicando la loro accettazione o rinuncia all’eredità.

Servizisicuri.com offre un servizio di ricerca eredi modulare, perfettamente confacente le reali esigenze di chi deve recuperare un credito.

Per una precisa e puntuale ricerca eredi, finalizzata anche al recupero crediti, chiama subito Servizisicuri.com al numero 02 83417718 oppure scrivi a info@servizisicuri.com


ACQUISTA ONLINE I REPORT DI SERVIZISICURI.COM:
ACCEDI SUBITO ALL'E-COMMERCE

Condividi

Scopri di più

Servizisicuri.com è il partner ideale per l’amministrazione della tua azienda. Un supporto costante per la crescita e lo sviluppo del tuo business con informazioni commerciali di qualità, accesso ad una completa piattaforma informativa per tutte le informazioni a tutela del credito e del patrimonio. Servizisicuri.com è in possesso di Licenza Prefettizia n. 14567/12B15E Area OSP 1° TER. Assicurazione per la responsabilità professionale n. della Massimale 1.300.000.